EZIO BOSSO – LE COSE CHE RESTANO

Nato in una famiglia di origini popolari, attratto dalla melodia dall’età di quattro anni, Ezio Bosso (1971-2020) si è imposto come interprete, direttore d’orchestra e compositore grazie a una disciplina strettissima, una curiosità da cosmopolita e una passione bruciante per la musica. Caratteristiche che, insieme a una capacità comunicativa eccezionale, lo hanno reso riconoscibile e amato dal pubblico, anche quello che abitualmente non ha dimestichezza con la classica e i concerti di sinfonica.

Allievo di Claudio Abbado e sostenitore della sua concezione della musica come bene comune, non patrimonio elitario chiuso nelle sale da concerto, nel 2011, scoprendo di soffrire di una malattia neurovegetativa, aveva lasciato il contrabbasso e si era concentrato, con determinazione se possibile ancora maggiore, sul piano, sulla composizione e sulla direzione, per portare il più possibile la sua musica nei teatri. Anche in tv, sul palco di Sanremo.

Il prezzo del biglietto è 10.00 euro l’intero, 8 euro il ridotto.

Rimani aggiornato! Iscriviti alla NEWSLETTER